Immagine non trovata
Si ricorda che il giorno 16/06/2020  scade il termine per il versamento dell'acconto IMU anno 2020.

Si rammenta che é possibile provvedere al conteggio del dovuto, per chi ne avesse la necessità, mediante le seguenti modalità:
  • direttamente da questo sito utilizzando la funzione apposita SERVIZI ON LINE
  • mandando una mail di richiesta conteggio IMU all’ufficio tributi: tributi@comune.pescate.lc.it  specificando le generalità del contribuente ed indicando se ci sono state variazioni rispetto alla situazione dell’anno precedente
  • Per impossibilità di richiesta del conteggio via mail o per eventuali situazioni particolari che devono essere visionate o discusse in ufficio occorre prendere appuntamento telefonando al numero 0341/365169 int. 3;
si ricorda che hai sensi di legge sono escluse:
  • le abitazioni principali e pertinenze della stessa (nella misura massima di una per ciascuna categoria C2, C6 e C7), ad eccezione delle abitazioni classificate nelle categorie A/1, A/8 e A/9;
  • i terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, iscritti alla previdenza agricola, comprese le società agricole ed i terreni agricoli di cui alle lett. b), c) e d) del comma 758 della Legge 160/2019.
Per l’unità immobiliare concessa dal soggetto passivo in comodato ai parenti in linea retta di primo grado che la utilizzano come abitazione principale è prevista la riduzione del 50% della base imponibile, qualora sussistano le altre condizioni previste dall’art. 1, comma 747, lett. c), della legge 27 dicembre 2019, n. 160. La suddetta agevolazione IMU per le case concesse in comodato d'uso gratuito ai parenti in linea retta di primo grado si estende, in caso di morte del comodatario, al coniuge di quest'ultimo, ma solo se sono presenti figli minori.

SONO PREVISTE INOLTRE LE SEGUENTI AGEVOLAZIONI PER L'EMERGENZA COVID-19
 
L’art. 177 del D.L. 19 maggio 2020, n. 34 “Decreto Rilancio” ha previsto che, in considerazione degli effetti connessi all'emergenza sanitaria da COVID 19, per l'anno 2020, non è dovuta la prima rata dell'imposta municipale propria (IMU), relativa a:
  1. immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali;
  2. immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e immobili degli agriturismo, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.
Inoltre il Comune di Pescate con delibera di Consiglio Comunale del 28 maggio 2020 n. 12 ha disposto :
  • la non applicazione di sanzioni ed interessi nel caso di versamento dell’acconto IMU 2020 entro il 30 settembre 2020 limitatamente ai contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche, da attestarsi entro il 31 ottobre 2020 a pena di decadenza dal beneficio, su modello predisposto dal Comune ( allegato in calce).
COMUNICAZIONE IMPORTANTE:

A seguito della risoluzione del MEF n. 5/Df dell’8 giugno 2020 si comunica che la mancata applicazione di interessi e sanzioni per versamenti Imu effettuati entro il 30 Settembre 2020 (limitatamente ai contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche) è da considerarsi relativa solo alla quota Imu di spettanza comunale.

Tale agevolazione non è applicabile invece per la quota Imu di spettanza dello Stato il cui il termine di versamento dell’acconto rimane invariato al 16 Giugno 2020.

 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 30 Luglio 2020