7 ottobre 2016 - Editoriale

Data:
13 Luglio 2020
La cena di solidarietà di stasera in favore delle popolazioni terremotate del Centro Italia, ha permesso di raccogliere 2550 euro, di cui 500 euro donate nella serata dall’Associazione papà di Pescate.
I 67 commensali che si sono ritrovati al ristorante Torrette stasera, hanno contribuito in maniera determinante al successo di questa iniziativa, anche per il significato di unione e vicinanza che la loro presenza ha manifestato, con la partecipazione di semplici cittadini, di quasi tutti i presidenti di associazione, dei  rappresentanti della cosidetta società civile e – cosa che mi ha fatto molto piacere – della presenza di tutto il consiglio comunale al completo.
Questa cena di solidarietà è l’ultima iniziativa messa in campo dall’Amministrazione comunale di Pescate e dal Gruppo Alpini Pescate per le popolazioni terremotate del sisma del 24 agosto scorso.
Le altre iniziative hanno riguardato la Sagra dell’Amatriciana voluta dagli alpini di Pescate e anche la Sagra del risotto pescatese che hanno permesso di devolvere tutti i proventi economici di queste manifestazioni.

I contributi economici raccolti fino ad oggi sono i seguenti:
Sagra del risotto pescatese                    € 4400
Sagra dell’Amatriciana                           € 3600
Cittadino N.N.                                       €   500
Cittadino N.N.                                       €     10
Cena di solidarietà                                 € 2550 (con € 500 donati dai papà)
                                                             ----------
Totale al 7 ottobre 2016                   € 11.060

E’ una cifra importante, di gran lunga superiore ai 4000 euro  che consegnammo nelle mani del sindaco di Poggio Renatico, Paolo Pavani, in occasione del terremoto dell’Emilia nel 2012,e che dimostra la grande sensibilità dei pescatesi e anche la crescita in termini di beneficienza che le Sagre di Pescate, nate nel 2013, hanno saputo portare ad iniziative come queste.
La recente nascita anche dell’associazione dei papà di Pescate ha portato altra sensibilità e altra beneficienza in un paese sempre più vivo, sempre più presente, sempre più protagonista.
C'e' ancora tempo per contribuire a questa iniziativa per libere donazioni rivolgendosi presso gli uffici comunali alla signora Luisella Riva, visto che tutti i proventi verranno consegnati prima di Natale direttamente nelle mani del sindaco di uno dei paesi più piccoli e più bisognoso di aiuti.
Buon fine settimana.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 30 Luglio 2020