28-feb-17

Data:
13 Luglio 2020
La solita grande partecipazione alla Giornata dell’Anziano, organizzata domenica scorsa dall’amministrazione comunale presso il ristorante Torrette di Pescate, e curata in ogni particolare dal consigliere delegato Renato Rocca.
Sono ormai 39 anni che questa iniziativa, organizzata per la prima volta dal compianto Maurino Nava all’inizio dell’Amministrazione guidata dall’architetto Alessandro Valsecchi nel 1978, viene proposta a tutti gli anziani di Pescate.
All’inizio era aperta a chi aveva compiuto sessant’anni di età in avanti, poi nel tempo il limite è salito a sessantacinque  anni di età ed ora è aperta ai nati dal 1950, limite bloccato da due anni e lo sarà ancora per tre anni, fino ad arrivare a proporre l’iniziativa dai settant’anni in avanti.
Del resto con l’allungamento della vita, oggi a sessant’anni ma anche a sessantacinque non si è ancora anziani, addirittura ci sono persone che a questa età lavorano ancora visto che l’età pensionabile continua a salire, e quindi anche la nostra festa si adegua.
Gli oltre cento presenti  al pranzo dello chef Luigi, tra un regalo e l'altro della lotteria,  hanno ricevuto anche un segnalibro artistico  donato da un maestro incisore pescatese, e una scatola di cioccolatini.
Il prossimo anno saranno ben quarant’anni che questa iniziativa viene proposta, ormai una tradizione consolidata che tutte le amministrazioni comunali via via succedute nel tempo hanno voluto continuare e consolidare.
Per gli anziani di Pescate quindi, arrivederci all'anniversario del  Quarantesimo.
A domani

Ultimo aggiornamento

Giovedi 30 Luglio 2020