09-mar-17

Data:
13 Luglio 2020
Mi sono arrivate in questi giorni due toccanti lettere da parte di genitori, i cui figli sono stati esclusi dalla nostra scuola media per eccesso di iscrizioni, e una terza lettera mi è stata annunciata.
Leggendole mi sono convinto sempre di più che la nostra battaglia per avere due classi di prima media non è solo giusta ma sacrosanta.
Un bambino che già faceva le scuole di Pescate e poi è dovuto andare in un altro paese per motivo di lavoro dei genitori e ora vorrebbe tornare, l’altro che ha il fratellino già iscritto alle scuole di Pescate ma lui è rimasto fuori,e io davanti a ste cose,come padre prima ancora che come sindaco, non rimango indifferente.
Lo diremo forte e chiaro al consiglio comunale, convocato per la terza volta da quando sono sindaco fuori dalla sede istituzionale della sala civica di via san Francesco, e per la prima volta nella storia davanti alla scuola, nel campetto di basket esterno.
Sabato 11 marzo alle ore 10.
Convocato li proprio per portare con i consiglieri comunali che sono i rappresentanti del paese, l’abbraccio di Pescate a questa piccola scuola, che ha saputo diventare talmente bella e appetibile dalle famiglie da registrare iscrizioni record.
Domani il mio editoriale sarà ancora su questa vicenda che sta diventando talmente importante  che il provveditore agli studi  dott. Luca Volontè ha organizzato di sua iniziativa un incontro con me ed il dirigente Tiziano Secchi per lunedì 20 marzo alle ore 12.
Potrebbe essere la data decisiva o forse no, perché siamo abituati a non mollare di un centimetro.
Specialmente quando abbiamo otto ragazzini con dietro le loro famiglie che fanno il tifo per noi.
A domani.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 30 Luglio 2020