19-giu-17

Data:
13 Luglio 2020
Grandissima affluenza alla quarta edizione de “La sagra dell’alborella” svoltasi nel fine settimana alla Casa delle Sagre nel parco Torrette.
Una lunghissima fila di persone in attesa di poter gustare uno dei piatti d’eccellenza della tradizione lacustre nella serata di sabato, e tavoli pieni anche nella giornata di domenica fino alle ore 21.30, per circa due quintali di alborelle fritte e servite.
La maggior parte dei partecipanti proveniva dal milanese, in gran parte di ritorno dalla  Valtellina che non hanno voluto perdersi le prelibatezze degli alpini, estese anche ai missoltini con polenta, verdure alla griglia, formaggini passati  e i richiestissimi taglieri di salumi nostrani andati letteralmente a ruba.
Tutti cibi gustosi, unici, della tradizione, preparati e magistralmente cucinati ancora con le tecniche antiche dagli alpini direttamente in riva al lago,  e proprio per questo sempre più apprezzati.
Il successo di queste sagre, oltre naturalmente ai piatti della tradizione  risiede anche nella location, il parco Torrette che, con la sua posizione proprio sulla strada più trafficata della provincia, catalizza l’attenzione di tutti gli automobilisti in transito.
E proprio per questa posizione strategica e unica, per la prima volta anche la classicissima Festa Alpina del gruppo di Pescate avrà luogo presso la Casa delle Sagre a partire da questo fine settimana, e se il tempo terrà la previsione è quella di avvicinare tutti i successi e i record che puntualmente registrano le sagre di Pescate.
A domani.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 30 Luglio 2020