4 ottobre 2018 - LIMITI DI CIRCOLAZIONE DAL 1 OTTOBRE

Data:
13 Luglio 2020
Sono scattati dal 1 ottobre scorso  i limiti regionali per la circolazione degli autoveicoli più inquinanti, e anche Pescate rientra assieme agli altri comuni del circondario nelle prescrizioni, secondo la tabella che vedete nell’immagine soprastante.
Pescate, insieme a Lecco, e gli altri comuni dell’hinterland, è stato inserito nei comuni di fascia 2, ma rispetto alla città di  Lecco ha dei limiti meno stringenti sulla circolazione dei veicoli disel.
Nel nostro comune di fascia 2 ma con meno di 30 mila abitanti infatti, non esiste il blocco per i Disel Euro 3, mentre a Lecco gli stessi non possono circolare dal 1 ottobre al 31 marzo dal lunedì al venerdì dalle ore 7,30 alle ore 19,30.
A Pescate esiste il blocco invece, e per tutto l’anno, dal lunedì al venerdì agli stessi orari sopra, per i veicoli benzina Euro 0, e per i Disel Euro 0,1,2.
Nessun blocco a Pescate così per tutti i comuni di fascia 2, per motocicli e ciclomotori due tempi Euro 1, mentre gli Euro 0 non possono circolare tutto l'anno e per 24 ore su 24.
I limiti per Pescate valgono anche per altri 39 comuni della provincia di Lecco tra cui Garlate, Olginate,  Galbiate, Ello, Oggiono, Dolzago, Annone,  Malgrate, Valmadrera, Civate, Suello, Vercurago, Calolziocorte, Valgreghentino.
Altri comuni non lontani da Pescate come invece Airuno, Brivio, Calco, Olgiate Molgora, Merate, Imbersago e  Cernusco Lombardone sono in fascia 1 e quindi in ambito più restrittivo.
In buona sostanza chi ha un autoveicolo Disel Euro 3 a Pescate può circolare ma a Lecco e Merate no, o solo nelle fasce orarie e giorni descritti, salvo in alcune vie soggette a deroghe.
Ad esempio per ciò che concerne il comune di Lecco i percorsi esclusi dal divieto sono  il ponte Kennedy e via Leonardo da Vinci, il Terzo Ponte (un terzo circa, i 2/3 sono di Pescate)  e l’attraversamento sotterraneo di Lecco, dalla località Pradello sul lungolago al ponte Kennedy, la zona dell’Ospedale, da via ai Poggi alla funivia ai piani d’Erna e altre tratte meno significative.
Come conoscere a quale categoria Euro appartiene il vostro veicolo? Basta controllare la carta di circolazione cioè il libretto del veicolo.
Sulla carta di circolazione di vecchio tipo l’indicazione dell’Euro di riferimento si trova in basso nel riquadro 2, su quella di nuovo tipo, formato A4 l’indicazione è riportata alla lettera V.9 del riquadro 2 ed è spesso integrata con una ulteriore specifica nel riquadro 3.
Ci sono importanti deroghe alla limitazione della circolazione, con i limiti  che non valgono per  esempio, nell'esercizio delle proprie funzioni per  i medici, i parroci, i donatori di sangue, chi ha importanti malattie, chi svolge pubblico servizio e anche chi viaggia con almeno altre due persone sul veicolo( tre in totale a bordo).
Per informazioni, chiarimenti o dubbi gli interessati possono rivolgersi all’ufficio di polizia locale intercomunale, direttamente o telefonando allo 0341/ 365169 interno 4.
Alla prossima.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 30 Luglio 2020