14-giu-19

Data:
13 Luglio 2020
Giungono sempre più spesso alla mia casella mail sindaco@comune.pescate.lc.it
lettere di cittadini di Pescate e anche di Garlate, soprattutto di quelli residenti nelle vie interne del paese, che mi chiedono spiegazioni per sanzioni o preavviso di sanzioni al codice della strada effettuate dai nostri agenti, o che addirittura mi chiedono di annullarle, in qualità di comandante della Polizia Locale intercomunale.
Volevo quindi oggi da questa rubrica specificare alcune questioni proprio in ordine a queste sanzioni.
Diciamo che mediamente il nostro corpo di polizia locale intercomunale, composto attualmente da un agente fisso e 13 agenti part-time, produce circa 250 mila euro all’anno di sanzioni, di cui la stragrande maggioranza sono elevate per mancanza di revisione o di assicurazioni sugli autoveicoli, e questo su precisa disposizione mia, in quanto ritengo che un'autoveicolo senza revisione e/o assicurazione sia un pericolo per gli altri ma anche per il proprietario.
Anche per il proprietario perchè l'assicurazione, in caso di veicolo non revisionato responsabile di eventuali sinistri, potrebbe rivalersi su di lui, con tutte le conseguenze possibili.
Le sanzioni al codice della strada per divieto di sosta sono la minoranza ma equamente distribuite tra Garlate e Pescate, con la stragrande maggioranza anche qui, elevate sulle strade provinciali e non nelle vie interne al paese.
Sappiamo bene che nelle vie interne del paese ci sono dinamiche consolidate negli anni, ma se queste dinamiche vanno contro il codice della strada si sanzionano, perché terre di nessuno qui non ce ne sono.
Lungi da me mandare i vigili a sanzionare nelle vie interne del paese, ma io ai vigili posso solo dire di applicare la legge e non di non fare sanzioni nelle vie interne del paese, altrimenti sarebbe una disparità di trattamento se non un abuso.
E non vale neanche dire: "ma ho fatto sempre così e fanno tutti così..."  perchè le abitudini non cancellano le regole.
Faccio solo un esempio concreto: Ci sono autovetture che  di sera nelle vie interne del paese, vengono stazionate sul segnale di stop della segnaletica orizzontale. Può succedere che per giorni o anche settimane  non vengano sanzionati perché gli agenti di PL quelle sere non ci sono, o perché se ci sono non passano da li, o se passano lo fanno troppo presto, ma questo non vuol dire che si possa parcheggiare sugli stop, perché se lo fai obblighi gli altri automobilisti ad andare contromano.
E quindi scatta la sanzione e ci sono addirittura degli stop su cui in un mese sono state elevate  ben 5 sanzioni e non ad autovetture sempre diverse.
Ci sono poi situazioni molto frequenti in cui sono gli stessi cittadini a segnalare all’ufficio di polizia locale autovetture in sosta o prive di disco orario.
In questo caso, se presente e non impegnata in altre incombenze come incidenti stradali o accertamenti,  esce la pattuglia a verificare, oppure esce poi.
Molte volte quindi, anzi direi  moltissime volte, per le sanzioni elevate in strade interne  o in luoghi poco frequentati,  i vigili sono chiamati dagli stessi cittadini e vicini di casa, e se la segnalazione è veritiera la sanzione è inevitabile.
Chi poi volesse ulteriori spiegazioni sulle sanzioni elevate, a titolo conoscitivo, può rivolgersi all’ufficio di polizia locale posto sul fianco del palazzo municipale aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12, perché chiedere spiegazioni a me per mail che di mestiere faccio il professore, sulle sanzioni ai 240 articoli del Codice della Strada, o anche solo sugli oltre 30 casi del solo art 158 sul divieto si sosta, pur con tutta la mia buona volontà non è buona pratica, e infatti rimando sempre la mail alla polizia locale,  considerato che il mio ruolo di comandante è prettamente direttivo.
E comunque le sanzioni al codice della strada o si pagano o su esse si produce ricorso, non ci sono altre strade, a meno che siano evidentemente prive di fondamento, ma questo e’ un altro discorso.
 
Sulle sanzioni al regolamento di polizia urbana (RPU), che sono quelle al decoro, ordine e pulizia per intenderci, che mi sono studiato molto bene perchè alla cura del paese ci tengo, allora qui la competenza è quasi interamente mia, visto che il sottoscritto eleva o fa elevare circa il 90 per cento delle sanzioni comminate.
Ed è espressamente previsto che i cittadini sanzionati possano essere sentiti dal sindaco.
Le sanzioni elevate in questo caso riguardano, in ordine di importanza numerica:
  1. Non corretta esposizione dei sacchi dei rifiuti
  2. Volantinaggio abusivo
  3. Getto di rifiuti o cartacce
  4. Cani senza guinzaglio
  5. Mancato taglio di siepi e alberature debordanti su suolo pubblico
  6. Situazioni di degrado in proprietà private visibili da luoghi pubblici
In questo caso le sanzioni sono più pesanti che un divieto di sosta, con una sanzione pari a 133 euro più le spese di notifica.
Da notare che per ciò che concerne i punti 5 e 6, la sanzione non è automatica ma si effettua prima un preavviso.
Buon fine settimana.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 30 Luglio 2020