10 aprile 2020 - Aggiornamento

Data:
13 Luglio 2020
Con la consegna domattina sabato 11 aprile nelle vie Alzaia, Promessi Sposi e  Manzoni delle ultime mascherine prenotate  secondo il calendario pubblicato sul nostro sito internet comunale, gran parte dei cittadini dovrebbero essere in possesso dei dispositivi di protezionea acquistati per loro dal comune di Pescate.
Chi non ha ancora telefonato in municipio allo 0341 365169 interno 5, per prenotare gratuitamente le mascherine chirurgiche non sanitarie, lo potrà comunque  fare anche la prossima settimana.
E rimando ancora al nostro sito internet per le informazioni relative.
Ricordo a tutti che, secondo l’ordinanza regionale n 521 del 4 aprile scorso  del presidente Attilio Fontana, chi si reca fuori dalla propria abitazione, a Pescate come in ogni comune della Lombardia, è obbligato ad  utilizzare la mascherina o comunque qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca.
Secondo la medesima ordinanza e’ pure obbligatorio nell’attività motoria mantenersi ad una distanza di non oltre 200 metri dalla propria abitazione o domicilio, anche per portare fuori il cane.
I miei collaboratori, le sentinelle pescatesi e le telecamere invece mi segnalano in continuazione cittadini che sono in giro a piedi col cane ad una distanza ben maggiore di 200 metri dalla propria abitazione, e per questo Vi prego di rispettare i limiti vigenti.
Ci si può allontanare oltre i 200 metri dalla propria abitazione a piedi solo per andare a far la spesa o per le altre necessità ed urgenze contemplate dalla legge, ma non per attività motoria o per far espletare i bisogni al cane.
Le sanzioni  per i trasgressori sono salatissime, con multe almeno di 400 euro e fino a 3000 euro.
In questo fine settimana col bel tempo, proprio per far rispettare le regole, abbiamo potenziato i controlli da parte della Polizia Locale Intercomunale.
Ve lo dico anche da queste righe, avviso tutti prima perché so bene che 400 euro di questi tempi di crisi economica sono un salasso, e sinceramente mi dispiace anche far sanzionare i miei cittadini in questo modo.
Ma io oltre che a far rispettare la legge, devo tutelare in prima istanza la loro salute e quella di tutti gli altri cittadini.
Ci saranno quindi ben due pattuglie di agenti a vigilare sulla pista ciclopedonale a lago e quattro volontari della protezione civile comunale in supporto.
Stiamo in casa anche e soprattutto in questi tre giorni di weekend pasquale, e il sole prendiamolo sul terrazzo di casa  o affacciandoci alle finestre, tanto il lago si vede da quasi ogni abitazione qui a Pescate.
Perché più stiamo fuori casa, più stiamo in giro, e più diamo pane e companatico a sto maledetto per nutrirsi, contagiarci e seminare lutti.
Datemi e diamoci una mano a contenere il più possibile quella specie di bollettino di guerra che pubblico qui tutte le sere.
Aiutiamoci a non far aumentare quei numeri.
Dai.
A stasera.

AGGIORNAMENTO                                                                                                                     
 
Nessuna novità nella comunicazione serale delle ore 18.52 da parte della Prefettura.
Rimangono quindi  9 (nove) i casi ufficiali e confermati di Covid-19 a Pescate.
Di cui tre guariti.
A domani.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 30 Luglio 2020