19 maggio 2020 -Aggiornamento

Data:
13 Luglio 2020
La lettera dei sindaci di Pescate. Garlate e Galbiate  spedita l’8 maggio ad ATS Brianza, all’assessore regionale Gallera, e al presidente della Regione Lombardia Fontana in merito all’effettuazione dei tamponi naso-faringei ad oggi non ha ottenuto risposta.
E vero che nella lettera chiedevamo risposte entro due settimane e il termine scade venerdì prossimo quindi c’e’ ancora tempo, ma nel frattempo l’ATS il tempo l’ha trovato per liberalizzare a istituti privati i  test sierologici e relativi tamponi naso-faringei a prezzi tutt’altro che modici.
Lasciando agli istituti privati l'onere di trovare e di fare i tamponi sempre a pagamento.
Sono settimane, che l’ATS a tutti i sindaci continua a scrivere di non proporre alla cittadinanza test sierologici al di fuori dai canali ufficiali, anzi, scrivendo che coloro i quali questi test sierologici li faranno di propria iniziativa non avranno comunque la priorità sui percorsi ufficiali. Non priorità è un termine elegante per dire che coloro che faranno i test fuori dall’egida ATS saranno gli ultimi a fare i tamponi, che è ancora l’unico mezzo certo per manifestare oppure no la presenza del Covid-19.
Bene, ma siccome i tempi in cui l’ATS farà i tamponi non sono ancora stati resi noti, è evidente che i cittadini mica possono aspettare le calende greche per sapere se sono contagiati e se quindi potrebbero contagiare famigliari e conoscenti.
Insomma la situazione è questa: Se fai  i test privati io ATS non te li riconosco perché sono fuori dai miei percorsi istituzionali e ti faccio aspettare i tamponi perché prima li riservo a chi i percorsi istituzionali li ha rispettati.
Ma se i test non li fai, tu cittadino aspetti i tempi e i comodi di ATS col risultato che fai in tempo a contagiarti, infettare e guarire se tutto va bene, prima che arrivi l’ATS con i suoi "cottonfiock".
Proprio per contrastare questo percorso noi tre sindaci, se le risposte non dovessero arrivare entro venerdì, la prossima settimana ce ne andremo insieme a Monza presso la sede ATS a pretenderle  queste risposte.
Intanto chiedo ai cittadini con sintomi al Covid-19 anche deboli, che volessero  effettuare test e tamponi  naso-faingei nel percorso  istituzionale con ATS di mettere in atto questa procedura  che ho già esposto ai medici, affinchè l’ATS possa poi creare una lista d’attesa:
  • Contattare il proprio medico di Medicina Generale (MMG) anche dicendo che ve lo ha detto il sindaco.
  • Il medico effettuerà segnalazione ad ATS del cittadino sintomatico.
  • Il test sarà effettuato nei tempi che mi sapranno dire, con priorità per le persone che lavorano.
  • Per qualsiasi problema a riguardo contattatemi al 366 6991167 oppure con una mail a sindaco@comune.pescate.lc.it
A stasera.

AGGIORNAMENTO

Nessun nuovo caso di contagio nella consueta comunicazione serale da parte della Prefettura.
Rimangono quindi 10 (dieci) i casi di Covid-19 a Pescate dall'inizio della pandemia.
Di cui 6 (sei) guariti e 2 (due) deceduti.
A domani.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 30 Luglio 2020