05-lug-20

Data:
13 Luglio 2020
L’incontro di ieri l'altro con il Dirigente scolastico accompagnato dal Direttore amministrativo e una rappresentanza degli insegnanti, ha permesso di determinare le prime decisioni operative per l’anno scolastico 2020-21.
Ovviamente si tratterà di calibrare le scelte sulle condizioni sanitarie presenti nel prossimo mese di settembre, ma la sostanza è questa:
Per ciò che concerne la scuola elementare, l’orario complessivo di permanenza a scuola sarà strutturato come quello dello scorso anno e cioè con inizio delle lezioni alle ore 8.15 e termine alle ore 16, dal lunedì al venerdì.
Questo al fine di seguire la consuetudine oraria tipica della scuola e per venire incontro alle esigenze dei genitori che lavorano, privilegiando le attività del pomeriggio piuttosto che andare a scuola il sabato mattina.
Anche il servizio mensa sarà garantito ma distribuito su due turni, al fine di non creare assembramenti e avere agio e movimento in sala mensa.
In sostanza prima mangeranno i bambini più piccoli e poi quelli più grandi  su orari stabiliti dalla scuola.
La vera novità è invece lo sdoppiamento della classe quinta e terza elementare che essendo le classi più numerose occuperanno due aule ciascuno, mentre gli alunni della classe prima, seconda e quarta – che sono meno numerosi - rimarranno in una sola aula.
Secondo le indicazioni ministeriali sull’inserimento dei  bambini nelle singole aule,  alcune con capienza fino a 25 alunni, i bambini a rigor di legge ci stavano tutti, come ho documentato dall'inserimento delle sagome di banchi e bambini nelle singole classi.
Ma le insegnanti soprattutto hanno manifestato  perplessità per il poco spazio a disposizione tra un banco e l’altro  per la didattica e per  le relazioni di classe,  per cui proprio per venire incontro a queste esigenze e concedere più spazi agli alunni, abbiamo concordato lo sdoppiamento.
Avendo quindi necessità di maggior aule convertiremo l’aula pittura in una classe, mentre l’altra classe sarà ricavata in bidelleria.
Le sette aule scolastiche rimarranno quindi tutte sullo stesso piano e confinanti tra di loro
Non è infatti stata considerata l’ipotesi di cercare aule al di fuori dell’edificio scolastico in quanto dispensiosa in termini di didattica, di movimentazioni, di sorveglianza e di personale.
Lo sdoppiamento di alcune classi però comporterà il fatto che saranno necessari più docenti per seguire gli aspetti didattici, e quindi saranno richiesti al Provveditorato agli studi risorse in tal senso che dovranno essere individuate.
In ogni caso dove non arrivasse la scuola a garantire l'orario classico arriverà il Comune a garantire che comunque le lezioni vengano articolate  dalle ore 8.15 fino alle ore 16 come è sempre stato.
Riguardo la scuola media invece, con classi meno numerose, non ci saranno sdoppiamenti in quanto le quattro classi verranno ricavate nelle tre attuali aule, e nell’ aula polifunzionale che ospiterà la classe terza, la più numerosa.
E anche qui tutte le classi saranno sullo stesso piano.
Due nuovi laboratori verranno ricavati nel piano sottostante con accesso dalla scala interna, compartimentando la zona  scuola dalla zona ambulatori e biblioteca con pareti in cartongesso.
Non essendoci novità sostanziali rispetto allo scorso anno scolastico, l’orario scolastico delle lezioni  dovrebbe quindi rimanere  invariato e cioè dal lunedi al venerdi’ dalle ore 8 alle ore 14, come invariate saranno le attività integrative pomeridiane a carico del Comune dal lunedì al venerdì fino alle ore 16.30.
Il servizio mensa invece  verrà svolto direttamente all’interno della scuola.
Questo per evitare assembramenti nel tragitto verso la mensa sottostante le scuole elementari, nonchè un triplo turno in mensa, problematico dal lato delle sanificazioni.
Alla prossima.
 
 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 30 Luglio 2020